Digital News BC Social&Digital -la web room sui social network

Social&Digital – Cos’è il Digital Marketing

Un caro saluto ai sostenitori di BlogConnectionAgency!

Benvenuti nella rubrica “SOCIAL & DIGITAL“, una rubrica che nasce dall’esigenza di tenere aggiornati gli utenti di BlogConnectionAgency su tutte le novità importanti riguardanti il Digital Marketing e il mondo dei Social Network, come Twitter, Facebook, Instagram e tanti altri.

Il tema che tratteremeno in questo primo appuntamento è il Digital Marketing: scopriremo insieme cos’ è e come si utilizza!

Il Digital Marketing è l’insieme delle attività di promozione di un brand, di un prodotto o di un servizio attraverso i canali online.

Con la diffusione dell’e-commerce e dei dispositivi mobile, i comportamenti di acquisto dei consumatori si sono profondamente evoluti e ciò impone alle aziende di rivedere il proprio modo di proporre i loro prodotti e di interagire con il proprio target.

Se fatto bene, il Digital Marketing permette di aumentare la fidelizzazione, la consapevolezza di marca (brand awareness) e le vendite.

DIFFERENZE TRA DIGITAL MARKETING E MARKETING TRADIZIONALE

marketing digitale e marketing tradizionale

Le differenze sono evidenti: il primo si concentra sul web e l’altro si concentra su mezzi classici come stampa, televisione, radio e direct mail.

Le differenze tra i due sono numerose, ma si tratta di differenze formali, non sostanziali.

Entrambe hanno uno stesso fine, la vendita di un determinato prodotto o servizio, ma utilizzano diversi mezzi e strategie per raggiungere questo obiettivo.

IDigital Marketing comprende molte sottodiscipline come Content MarketingSEO (Search Engine Optimization – fa riferimento all’attuazione pratica di strategie in grado di ottimizzare il posizionamento del sito web sui motori di ricerca e quindi veicolare su di esso una quantità maggiore di utenti), SEM (Search Engine Marketing – si riferisce alle modalità di acquisizione della visibilità online, come Pay per click, dove l’inserzionista paga solo nel momento in cui l’utente clicca sull’annuncio, e Pay per impression, dove gli inserzionisti pagano ogni volta che il banner pubblicitario compare e viene visualizzato. Non è necessario il click dell’utente), DEM (Direct E-mail Marketing – fa riferimento all’invio di campagne pubblicitarie tramite posta elettronica), Social Media Marketing e E-Commerce Marketing ed è oggi considerato il settore maggiormente in crescita sia in termini di fatturato che di posizioni lavorative generate ogni anno.

I PRINCIPI DEL DIGITAL MARKETING

– Creare i migliori contenuti possibili

Rendere i propri contenuti memorabili e coinvolgenti è un mestiere che richiede diverse abilità.

Vengono individuate sei caratteristiche per un messaggio efficace, ovvero i principi guida per crezione dei contenuti:

➜ Semplicità;

➜ Sorpresa e originalità;

➜ Concretezza;

➜ Credibilità;

➜ Emozioni;

➜ Storie.

Riuscire a metterli in pratica significa ritrovarsi sulla buona strada nella creazione di contenuti di qualità.

Scrivere titoli in grado di attirare l’attenzione

In passato bisognava necessariamente acquistare un contenitore d’informazioni completo e si aveva scarsa libertà nella scelta del contenuto informativo più interessante.

Nei Social Network, è invece possibile attingere informazioni da una grande quantità di contenuti liberi che possono essere consultati a seconda della loro capacità di catturare l’attenzione. Alcuni saranno in grado di colpire il cuore e la testa dei lettori, altri, ritenuti poco interessanti, potranno essere esclusi con estrema facilità.

Per evitare che ciò avvenga è fondamentale scrivere un buon titolo, perchè esso è il primo elemento letto dai fugaci navigatori del web.

Creare contenuti focalizzati

Le aziende di successo conoscono i propri clienti, ne comprendono i problemi, intuiscono i loro desideri e punti di dolore.

Il contenuto di un sito, oppure di un blog, di conseguenza, deve essere focalizzato su di essi e sull’ecosistema degli argomenti di loro interesse, deve essere in grado di fornire risposte e deve soddisfare i desideri più profondi risolvendo ogni dubbio.

Dare ai contenuti una struttura coerente

Una società con poco tempo a disposizione, viene stimolata in modo travolgente e continuamente da messaggi, idee e informazioni.

In questo flusso continuo è difficile selezionare, per questo motivo la vera sfida non è cosa leggere, bensì cosa “non leggere”.

Bisogna immaginarsi di fronte ad un muro rappresentato da testo senza struttura.

Occorre quindi utilizzare:

➜  Frasi brevi;

➜ Brevi paragrafi;

 Sottotitoli;

 Punti elenco;

 Elenchi.

Rendere facile la condivisione

Il contenuto deve essere progettato e costituito per il web seguendo un’ottica sociale.

I pulsanti di condivisione sono fondamentali, devono essere facili da trovare, non vanno assolutamente trascurati.

Oltre la visibilità sono necessari i contatori che mostrino quante volte un articolo sia stato condiviso suTwitter, Facebook o LinkedIn.

Ottimizzare per i motori di ricerca Facebook e Twitter sono considerati di moda, ma Google non deve essere dimenticato.

Dare una voce al brand

Ogni marchio, sia personale, sia aziendale, ha una certo tono, una sua voce che può essere tagliente, avventurosa o addirittura conservatrice.

I brand personali non sono così diversi dai marchi aziendali e la creazione di contenuti deve seguire la stessa logica.

Creare contenuti multimediali

Il potere delle parole non deve essere sottovalutato, ma il web “visivo” esige di più.

Bisogna creare e pubblicare i contenuti seguendo una logica multi-media creando lo stesso messaggio in una varietà di formati.

Più un messaggio sarà multimediale, più aumentarà il numero dei sensi coinvolti dai destinatari e maggiore sarà il loro successo.

Distribuire su più Social Network

Non bisogna dare per scontato che il pubblico sia solo su Facebook perchè ognuno di noi ha preferenze diverse in termini di social network.

Alcuni preferiscono Twitter, altri amano Pinterest, altri ancora fanno parte di quel miliardo di visitatori unici mensili di YouTube.

I contenuti sono gli stessi, ma le reti sono diverse. L’obiettivo è di essere in ogni luogo: questo crea fiducia e fa crescere la consapevolezza del marchio e la credibilità.

Convertire i lettori in acquirenti

Creare del contenuto senza un obiettivo è una perdita di tempo e di denaro per le imprese e per i brand.

Gli obiettivi dei contenuti possono essere di diverso tipo, ad esempio:

➜ Ottenimento di abbonati per la vostra lista e-mail;

➜ Incremento di iscrittti alla pagina Facebook;

➜ Immediata vendita di un prodotto o servizio.

Questi sono i punti su cui l’infografica pone l’accento per mettere in pratica un Digital Marketing che funziona.

Voi, sostenitori di BlogConnectionAgency, che cosa ne pensate? Che definizione dareste per questa disciplina? E ancora: secondo voi, l’infografica contiene tutti i pilastri del Digital Marketing oppure ne manca qualcuno?

Il primo appuntamento della rubrica “SOCIAL&DIGITAL" è terminato:

lascia un commento qui sotto e condividi l’articolo con i tuoi amici se ritieni che ti sia stato di aiuto!

About the author

Rita Caputo

Responsabile aria Social Media di BlogConnectionAgency.
Food Blogger, da Gennaio 2016, del sito "La cucina pugliese":
Sito web UFFICIALE: http://lacucinapugliese.org/
Secondo sitoWeb: www.lacucinapugliese.altervista.org

Add Comment

Click here to post a comment